Belvedere Vodka 3 litri (Illuminated Bottle)
  • -20,00 €
249,00 €269,00 €

La storia del rum, e altre curiosità

La storia del rum, e altre curiosità

Uno dei distillati più popolari al mondo è sicuramente il Rum. Conosciuto soprattutto come il principale protagonista delle leggendarie avventure dei pirati. La sua fama lo ha portato ad essere uno dei distillati più amati dai barman di tutto il mondo, ottimo per realizzare fantastici cocktail.
Se sorseggiando un mojito ti è mai capitato di chiederti com'è fatto il rum e vorresti conoscere la sua storia, noi di Bibens siamo qui per chiarire ogni tuo dubbio. 

Che cos'è il Rum?

Il Rum è semplicemente un distillato ricavato dalla fermentazione della melassa della canna da zucchero o del suo succo. Il suo particolare colore e aroma è dovuto all'invecchiamento in botti di legno di quercia americana. In base al tempo di invecchiamento il Rum assume un carattere più deciso e un colore più scuro. 

canna da zucchero

Storia del Rum

Diversamente da quanto si può pensare le origini del Rum sono molto antiche e non hanno nulla a che vedere con i Caraibi.

Lo sviluppo delle prime bevande alcoliche fermentate a base di canna da zucchero risalgono alle antiche civiltà asiatiche. In particolare, in un documento risalente al 1300 di Marco Polo, venne descritto per la prima volta un "delizioso vino di zucchero" proveniente dalla Malesia.

Intorno al 1400 in Inghilterra, più precisamente a Londra, vengono distillati i primi Rum con le canne da zucchero provenienti dalle colonie indiane e successivamente dalle Americhe. 

I primi Rum distillati a Londra ebbero un grandissimo trionfo, tanto da aprire nel 1664 una nuova distilleria nelle colonie Americane, conosciuta oggi come State Island.
Grazie al successo e al conseguente aumento nella produzione di Rum vennero aperte altre distillerie nel nuovo continente.

Il commercio di Rum divenne molto redditizio, tanto da essere accettato come moneta corrente per un certo periodo in tutta Europa.

Il Rum assume anche una certa importanza nella storia del nuovo continente, L'America. Quando nel 1764 venne imposta la Sugar Act, il commercio del Rum subì un durissimo colpo. A detta degli esperti, questa legge fu una delle principali cause che scatenarono la rivoluzione americana. 

Solamente verso il XVII secolo inizia la produzione di Rum caribico, ma non raggiungeva i livelli di qualità dei Rum inglesi e americani. Solamente con la metà del '800 il Rum dei Caraibi divenne uno dei liquori più buoni e di qualità al mondo grazie a varie modifiche nella ricetta originale, rendendolo un distillato molto più raffinato come per esempio il Pyrat XO Reserve. 

pyrat rum

procedi all'acquisto

Rum e Marinai

Il Rum divenne una bevanda importante per la Royal Navy britannica. Dal 1500 fino al 31 luglio 1970, i marinai britannici ricevevano razioni giornaliere di Rum, chiamati "tots". 

La vita quotidiana a bordo di queste navi era brutale, il pericolo di morte era sempre dietro l'angolo. Oltre a guidare enormi navi in mezzo all'oceano dovevano combattere i nemici, con il rischio di affondare. 

Questi poveri marinai dovevano bere giornalmente del Rum per mantenere alto il morale. La pratica venne interrotta negli anni '70, quando gli ufficiali moderni si preoccuparono dello stato di ubriachezza che poteva influenzare i combattimenti sul campo.

 nave marinai

Rum e Pirati

storia del rum pirata

Anche la vita in mare dei pirati era molto difficile. Come per i marinai, i pirati dovevano bere una buona dose di Rum al giorno per mantenere l'umore alto. 

Oltre a garantire una buona dose di forza e vitalità, il Rum era ritenuto molto più sicuro rispetto all'acqua. Dopo lunghi mesi in mezzo al mare con scarsa igiene, l'alcool del Rum era un grande alleato contro la sporcizia e inoltre si conservava meglio rispetto ad altri liquidi. 

Ovviamente qualsiasi uomo ha bisogno di acqua per sopravvivere. L'acqua dolce per i pirati era un bene preziosissimo, ma purtroppo l'acqua stagnante si inacidiva frequentemente nelle loro botti a causa delle alte temperature. L'acqua piovana era l'unica salvezza, ma potevano passare settimane o addirittura mesi prima che una nave vedesse una nuvola di pioggia. Quindi, per rendere l'acqua più appetibile e sicura, veniva aggiunto dell'alcool. La miscela era chiamata grog, acqua più rum, e veniva distribuita quotidianamente ai membri dell'equipaggio.

Se conosci altre curiosità sul mondo del  Rum faccelo sapere nei commenti!