Belvedere Vodka 3 litri (Illuminated Bottle)
  • -20,00 €
249,00 €269,00 €

Come bere il whisky: ecco i nostri semplici consigli

Come bere il whisky: ecco i nostri semplici consigli

Come si dovrebbe bere il whisky? Liscio? Con ghiaccio? o con l'aggiunta di acqua? Qual è il miglior cocktail da bere realizzato con il whisky? Se ti stai facendo queste domande sei capitato nel posto giusto. In questo articolo Bibens chiarirà tutti i tuoi dubbi!

Quale whisky scegliere?

Innanzitutto è importante sapere quale whisky bere. Se sei un intenditore o appassionato non avrai alcun dubbio sul quale optare. Invece, per quanto riguarda i neofiti, noi di Bibens abbiamo preparato una semplice guida, Quale miglior whisky per iniziare: i nostri consigli, che vi indirizzerà nella scelta giusta per voi. Se siete da poco alle prime armi e non avete alba sul mondo del whisky vi consigliamo inoltre di leggere Whisky che cos'è? e altre curiosità, dove imparerete cos'è il whisky, la sua storia e le varie tipologie esistenti al mondo. 

Come bere il whisky:

Ora che conosci le basi del whisky possiamo incominciare a degustarlo, ma come? Non esistono delle vere e proprie regole, ma fondamentale è bere il whisky che ti piace. Noi di Bibens ti daremo dei consigli pratici sui metodi di degustazione migliori che esaltano le varie caratteristiche organolettiche di ogni tipo di whisky. 

Whisky con Acqua:

Sembra un eresia, ma in realtà bere il whisky con un po' di acqua, veramente poca, è il modo migliore per degustarlo. La chimica ci spiega il perché.

Il whisky, come altri distillati, è costituito da composti chimici organici che gli conferiscono particolari profumi. Queste sostanze con l'aggiunta di acqua liberano gli odori intensi del whisky. Una di queste è il guaiacolo, una molecola molto semplice responsabile del aroma affumicato del whisky.

Mi raccomando l'acqua da utilizzare deve essere pura, ma non distillata. Lo scopo principale è quello di esaltare gli odori e i sapori, non alterarli. 

Per di più allungare il whisky con un po' d'acqua abbassa la gradazione alcolica, ottimo per i neofiti che non sono abituati alla gradazione pungente del whisky. 

La quantità di acqua da aggiungere è davvero minima. Per degustare un bicchiere con 4 cl di whisky basta aggiungere solamente poche gocce. 

Questo metodo è adatto a tutti i tipi di whisky, soprattutto per quelli con un elevato grado alcolico come il Octomore 7.3, un Single Malt Whisky scozzese con 63% vol. di alcool. L'aggiunta di acqua lo renderebbe meno intenso e liberebbe tutte le sue fantastiche caratteristiche organolettiche.  

Per i puristi, whisky Liscio!

whisky liscio

Bere il whisky liscio, accompagnato da un bicchiere d'acqua, è il metodo preferito dai puristi.

Preparate in due bicchieri diversi il whisky e l'acqua. Subito dopo aver assaporato un sorso di whisky bevete un goccio d'acqua, in questo modo diminuirete l'intensità dell'alcool e vi preparerete ad un nuovo assaggio di whisky. Questo è lo stile preferito dagli scozzesi e dagli irlandesi, i veri specialisti del whisky. 

Anche questo è un metodo adatto ad ogni tipo di whisky, ottimo per degustare un whisky Talisker che ha una gradazione alcolica che si aggira al 45% di volume. 

Whisky on the rocks, meglio di no

A detta degli esperti bere il whisky con il ghiaccio non è il metodo migliore. Voi vi chiederete perché l'acqua si e il ghiaccio no? La risposta è semplice.

Il whisky va assaporato ad una temperatura che si aggira tra i 18 e i 20 gradi, raffreddandolo perderebbe tutti i suoi profumi e sapori caratteristici.

Tuttavia non è una regola, molti preferiscono il metodo on the rocks perché amano bere il whisky un po' più fresco. 

Il termine "on the rocks" in inglese significa letteralmente sulle rocce. Questa espressione proviene da un'antica tradizione scozzese dove mettevano nel whisky rocce raffreddate nella neve.

In realtà questo termine si pensa abbia origine negli anni '40 dove usavano l'espressione "on the rocks" per intendere l'aggiunta ghiaccio. 

Cocktail con il whisky:

Se berlo liscio, on the rocks o con l'aggiunta di acqua non fa al caso tuo puoi sempre prepararti un cocktail da paura. Noi di Bibens ti consigliamo i 3 cocktail più buoni e famosi al mondo realizzati con il whisky. 

Old Fashioned
whisky old fashioned

Preparare questo cocktail newyorkese del '800 è semplicissimo. Per realizzarlo occorrerà: 

- 40 ml di whisky
- qualche goccia di angostura
- mezza zolletta di zucchero
- uno spruzzo di selz
- ghiaccio
- fetta d'arancia
- fetta di limone
- ciliegia sotto spirito

Mette la zolletta di zucchero sul fondo del bicchiere, aggiungete qualche goccia di angostura e uno spruzzo di selz. Con un pestello schiacciate la zolletta e mescolatela fino al completo scioglimento. Aggiungete ghiaccio, whisky e mescolate dolcemente. Infine guarnite con una fetta d'arancia, limone e una ciliegia sotto spirito. 

Manhattan
whisky manhattan

Questo cocktail nasce nel 1874 ed è ispirato al famoso quartiere di New York. Se volete prepararlo vi serviranno:

- 40 ml di whisky 
- qualche goccia di angostura
- 20 ml di vermouth
- ghiaccio
- fetta d'arancia
- ciliegia sotto spirito

In un mixing glass mettete ghiaccio, whisky, angostura e vermut e mescolateli. Versate il tutto in una coppetta da cocktail senza il ghiaccio. Decorate con una fetta d'arancia e una ciliegia sotto spirito. 

Whisky sour

La ricetta originale prevede:

- 45 ml di Bourbon whisky
- 3 cl di succo di limone
- 1,5 di sciroppo di zucchero
- ghiaccio
- fetta d'arancia
- ciliegia sotto spirito

Nello shaker versate tutti gli ingredienti e agitate per qualche secondo. Servitelo senza ghiaccio in un bicchiere stile old fashioned con un fetta d'arancia e una ciliegia sotto spirito.

Ora che conosci tutti questi modi per degustare il whisky non ti resta che provarli! Facci sapere nei commenti il tuo preferito!

Acquista su bibens.it